BASTA CON LE CONTRATTURE MUSCOLARI!

I Trigger Point o contratture muscolari son punti dolorosi che normalmente si localizzano in determinate zone delle catene muscolari provocando dolore, rigidità e difficoltà nei movimenti. Molti di questi trigger point si localizzano nella spalla e nella zona del collo e sono causati spesso da errate posizioni mantenute per un lungo periodo, tra le altre cause va menzionato  sicuramente lo stress.

Anche se fossimo trattati da un fisioterapista, sarebbe comunque  necessario proseguire con il trattamento autonomo in casa, per riuscire definitivamente ad eliminare le contratture dolorose ed evitare che ricompaiano. Per questo 3tool può rivelarsi molto utile. Esistono vari metodi di trattamento per  le contratture muscolari o trigger point. Uno di questi è effettuare delle compressioni dirette sul ‘nodo’ o sul punto doloroso, mantenendo la pressione fino ad una soglia di dolore tollerabile (fastidio minimo dovuto alla pressione). Una volta che l’ intensità del dolore si riduce, aumentare nuovamente la pressione esercitata fino a raggiungere una nuova soglia di dolore tollerabile e mantenere la pressione nuovamente fino a che il fastidio non sparisca. Questo processo deve essere ripetuto varie volte e ci si può render subito conto di come si riduca il tono muscolare nella zona trattata , alleviando il dolore causato dalle contratture. Come abbiamo detto, 3tool è stato ideato specificatamente per questo obiettivo, le sue punte sono state studiate per permettere di applicare la pressione anche appoggiandolo sul pavimento, alla parete o per usare la nostra stessa mano in relazione alla zona del corpo da trattare. Un altro modo utile  sarebbe effettuare  un massaggio in questa stessa zona facendo pressione sul muscolo.

Inoltre, quante più informazioni avremo sulle diverse  tecniche da utilizzare, più efficienti  saranno nella risoluzione del problema e per questo sarà più efficace  il trattamento effettuato. Nelle zone muscolari più  ampie possiamo effettuare un massaggio con la zona  2 di 3tool. Con 3tool può essere sufficiente un  massaggio  di 30-60 secondi sopra ogni trigger point o muscolo, ma nulla ci impedisce di effettuare anche applicazioni più lunghe(5 minuti). L’ intensità dovrà essere giusta, né troppo forte, in quanto potrebbe causare un dolore eccessivo, né troppo lieve.  In una scala di dolore  da 1 a 10, dove 0 è inesistenza di dolore e 10 è un dolore insopportabile, dovremmo soffermarci a massaggiare in una scala che vada  4 a 7, partendo sempre da un livello più basso. Per quanto riguarda la frequenza con cui effettuare un auto massaggio se i fastidi continuano a persistere  si possono effettuare massaggi fino a 6 volte al giorno, sempre che non si generi una reazione avversa o ci sia un chiaro peggioramento della situazione; questo comunque dovrebbe  accadere molto raramente.

In ogni modo,  la presenza di trigger point solitamente rivela l’esistenza di altri fattori che concorrono alla loro persistenza. Per questo è sempre raccomandabile farci seguire da un fisioterapista che ci consigli e ci segua in maniera opportuna  rispetto al trattamento da seguire, effettui una valutazione ed un esame fisico adeguato.

Sin comentarios

Debes estar logged in para escribir un comentario